Fuori di casa, nel vostro giardino, svolazzano tanti uccellini? volete riconoscerli? non è difficile, basta fare un passo alla volta..

Una delle mie passioni sono sicuramente gli animali e in particolare mi affascina molto il birdwatching. In Italia si possono osservare 473 specie di uccelli ma io per primo, fino a qualche anno fa, non sarei riuscito a dirne 10!

Conoscerli e apprezzarli comunque non è un’impresa impossibile, basta procedere poco per volta e tutto risulterà abbastanza semplice.

Come avvicinarsi allora al birdwatching?

Direi che il miglior modo per iniziare è quello di imparare a conoscere bene gli uccelli che vivono nei nostri giardini e boschi e che possiamo vedere tutti i giorni. Anche perché non ce ne accorgiamo ma alcuni tra questi sono davvero bellissimi! Iniziamo quindi da 5 uccellini che sicuramente vi sarà già capitato di vedere fuori di casa o in giardino (un ottimo periodo per osservarli è sicuramente l’inverno quando si avvicinano più facilmente alle case..prova a dare un occhiata a questo altro post Uccellini in inverno) e probabilmente già conoscerete bene, ma un breve ripasso non farà certo male. Le foto sono scattate da me o da mio padre, fotografi alle prime armi. In rete ne troverete certamente di migliori, ma queste per noi hanno un valore speciale!

  • la cinciallegra (Parus major)
    lunga circa 15 cm, di colore verde sul dorso, coda e ali grigio-blu. La testa e la zona della gola sono di colore nero acceso, le guance sono invece bianche. Il petto, di colore giallo, è diviso a metà da una linea nera dalla gola all’addome che. Come distinguere il maschio dalla femmina? nei maschi, questa linea è leggermente più larga. Vuoi qualche informazione in più? consulta la pagina di wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Parus_major

Cinciallegra, piccolo uccellino di colore nero giallo con ali azzurre
cinciallegra

piccolo di cinciallegra, di colore nero bluastro con petto bianco giallognolo
Cinciallegra, immaturo
  • la cinciarella (Cyanistes caeruleus)
    uno tra i più piccoli volatili che vi capiterà di vedere. Lungo appena 10,5-12 cm, ma molto combattivo. Il piumaggio per entrambi i sessi è vivace con una colorazione blu-azzurro sul capo, sulle ali e sulla coda, il dorso è di colore verdognolo, la testa bianca, con una linea nera che la attraversa in prossimità degli occhi, il petto giallo acceso. I giovani sono molto più gialli degli esemplari adulti, ed hanno un carattere particolarmente vivace. Sebbene siano tra i più piccoli abitanti dei nostri boschi e giardini, riescono spesso ad avere la meglio su uccelli più grossi. Un modo di riconoscerle è anche osservare il loro comportamento e guardare come fanno scappare i loro avversari. Vuoi qualche informazione in più? consulta la pagina di wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Cyanistes_caeruleus

    cinicarella, piccolo uccellino dai colori accessi giallo, azzurro e bianco
    Cinciarella

     

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  • il pettirosso (Erithacus rubecula)
    È lungo circa 13-14 cm. Di colore grigio marroncino, è assolutamente inconfondibile per il suo petto di colore rosso. Secondo una leggenda il pettirosso si sarebbe insanguinato il petto tentando di rimuovere con il becco la corona di spine che circondava la testa di Gesù Cristo sulla croce. E’ facile osservarlo in inverno quando, per procurarsi il cibo, si avvicina ai giardini e alle case lasciando i boschi. Vuoi qualche informazione in più? consulta la pagina di wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Erithacus_rubecula

    Pettirosso, piccolo uccellino grigio dall'inconfondibile petto arancio rosso, nella neve
    Pettirosso in inverno

     

  • Il merlo (Turdus merula)
    Altro uccello abbastanza facile da riconoscere! Il maschio del merlo è lungo fino a 25 centimetri ed è completamente nero con becco arancione come il contorno degli occhi. La femmina è un po’ più piccola rispetto al maschio (20-22 cm)  e di colore marrone, con la gola più chiara e puntinata. Il becco è arancio, giallo solo nel maschio, i giovani e le femmine hanno il becco marrone come le zampe. Il merlo maschio si può confondere con lo storno di cui parleremo subito dopo, mentre la femmina può essere confusa anche con il tordo. Vuoi qualche informazione in più? consulta la pagina di wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Turdus_merula
Merlo, uccello nero con becco arancione acceso, nella neve
Merlo, maschio, in inverno
merlo femmina, di colore marroncino con becco sempre marrone
merlo, femmina
    • lo storno comune (Sturnus vulgaris)
      Lo storno è lungo circa 20–23 cm ed è un uccello simile al merlo. Presenta piumaggi diversi in estate e in inverno.  In estate è di colore nero lucente con riflessi viola e verdi, mentre in inverno il nero è opaco e le punte delle ali sono di un bianco evidente. Anche il becco è diverso da quello del merlo, più aguzzo aguzzo, giallo in estate, marrone in inverno, le zampe sono rossastre, e la coda più corta di quella del merlo. L’unico carattere che differenzia i sessi è una macchia sulla base del becco che è azzurra nei maschi, rossastra nelle femmine, non facile da vedere. Se lo osserviamo da lontano ci sono altri due modi di distinguerlo dal merlo: lo storno (o stornello) lo vedrete camminare a passo spedito nell’erba dei giardini, mentre il merlo si muove saltellando. Anche il verso è decisamente diverso, il merlo ha un verso gradevole ed è un ottimo cantante, lo storno ha un verso decisamente più fastidioso! Vuoi qualche informazione in più? consulta la pagina di wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/Sturnus_vulgaris

      stornelli, uccellini color nero con macchie bianche
      storni, piumaggio invernale

Abbiamo quindi imparato a riconoscere 5 specie di uccelli, ne mancano ancora molte…se sei pronto per conoscere le prossime 5 specie, ancora facili da osservare leggi Birdwatching..in giardino! (seconda parte)! Se sei interessato invece agli uccelli che è facile trovare al fiume al lago puoi cliccare su questo link Uccelli acquatici di lago

Alla prossima!

Annunci